Nedved: “Allegri resta? Chi vivrà, vedrà. Sul mercato nessuna rivoluzione”

I prossimi giorni saranno fondamentali, per capire che volto avrà la Juventus del futuro. Ci sarà l’atteso incontro tra Andrea Agnelli e Massimiliano Allegri, che servirà a comprendere se ci possa essere quell’unità di intenti necessaria per portare avanti un progetto tecnico. Pavel Nedved, intervistato da Sky Sport, ha parlato così del futuro dell’allenatore: “Questo incontro c’è sempre stato ogni stagione a giugno, quest’anno è stato anticipato alla prossima settimana, quindi restiamo in attesa. Se Allegri sarà sulla panchina della juve il prossimo anno? Chi vivrà, vedrà. Uso un detto di mio figlio: aspettiamo”. Naturalmente molto passerà per le strategie di mercato che verranno attuate in vista della prossima stagione. Ma in tal senso il vicepresidente dei bianconeri è stato chiaro: “Non credo che ci si debba aspettare una rivoluzione: abbiamo una rosa di assoluto valore sia per l’Italia che per l’Europa, perciò credo che nuovi grandi giocatori sia molto difficile vederli”.

Il futuro della Juventus
Nell’incontro tra Allegri e Agnelli, l’allenatore esporrà le sue idee per restare competitivi in Italia e (soprattitto) in Europa. Richieste tecniche che potrebbero prevedere almeno cinque nuovi innesti a fronte di qualche cessione illustre (Pjanic, per esempio). Ma il mercato sarà soltanto uno degli aspetti da toccare. In ballo anche il rinnovo dell’allenatore (che ha un contratto dal 7,5 milioni a stagione in scadenza nel 2020) e un confronto sui limiti mostrati dalla squadra nel momento cruciale della stagione: la condizione di alcuni uomini chiave, i tanti infortuni, la gestione della rosa.

fonte: sky.it